Ancòra sul dilemma delle destre

Come ha scritto pochi giorni fa Massimo Franco sul Corriere della Sera, la Francia ripropone il tema ineludibile dell’esistenza di “due destre”, con idee agli antipodi sul Vecchio Continente. Per la verità c’è una terza destra, ancora in costruzione, incompiuta per via della incertezza americana e della conseguente attuale indecifrabilità della relazione degli Usa con … Leggi tutta l’opinione

L’Europa migliore è sempre quella che verrà

Al netto dell’inevitabile coloritura elettoralistica, la sortita della Lega, scaturita dal richiamo a una presunta sovranità europea contenuto nella lettera inviata ai prefetti dal Quirinale, è assolutamente pertinente. L’Europa si nutre della sua stessa debolezza. Nel senso che, quando si allontana da se stessa, si fa di tutto per riportarla in se. E rinasce, di … Leggi tutta l’opinione

Il mondo al contrario dei giudici

Come in una angosciante trasformazione, in cui prendono le sembianze della belva contro cui stavano lottando, i giudici riuniti sotto l’insegna dell’Associazione nazionale magistrati, toghe travolte dagli scandali e dalla ormai terremotata credibilità (tanto più penosa se confrontata col prestigio e la delicatezza della funzione), hanno ricordato, a Palermo, gli esordi di Forza Italia. Allora … Leggi tutta l’opinione

Le troppe prove che Palermo non basta più

Il riemergere dell’antisemitismo è l’ennesima conferma della crisi della Chiesa Cattolica, della difficoltà di contenere un disagio sempre crescente. Le grandi aspettative riposte nelle elezioni di giugno, proprio perchè l’Europa richiede a sua volta una nuova traiettoria, come ha spiegato Mario Draghi, risiedono anche in questa constatazione. Si tratta di un investimento su una dote … Leggi tutta l’opinione

Se alla toga imponi la crocetta

Ogni lettera dell’alfabeto ebraico è molto più di un segno. E quella lettera che indica la giustizia rimanda al Nord, il Settentrione, identificato come luogo delle sfide. Sono connessioni da prendere con filosofia, senza pretese di scientificità. Ma Carlo Nordio, Ministro della Giustizia, si trova a gestire una contesa che dura da decenni. E’ dai … Leggi tutta l’opinione

Nuova Europa e nuova televisione

L’irritante e stucchevole supponenza nei confronti di Donald Trump lascia il tempo che trova, soprattutto quando proviene da personaggi dalle improbabili frequentazioni, sia in America che in Italia. Il collo girato con astio da quella parte nasconde una immaturità di fondo, una sbiadita percezione del proprio ruolo. Che si tratti di Germania – che è … Leggi tutta l’opinione

Non è la Merz, ma il Sauerland

La nomina di un docente presso la prestigiosa Pontificia Università Gregoriana alla guida della Commissione sull’Ia porta alla mente qualcosa di tecnologico, di futuribile e di astratto che più non si potrebbe. Ma a noi interessa restare nello spazio antistante il palazzo della prestigiosa istituzione accademica. E’ la Piazza della Pilotta a Roma, che deve … Leggi tutta l’opinione

La capra espiatoria

Circa 20 anni fa, sugli scaffali delle librerie italiane, compresa la celebre Feltrinelli di largo Argentina, una distesa di copertine color carta da zucchero introdusse il tempo che abbiamo attraversato, appunto, lungo un ventennio. Il giurista Guido Rossi, con raro acume, spiegò che il problema – a distanza di qualche anno rivelatosi irrisolvibile (perchè questo … Leggi tutta l’opinione