Horror, bugie e videotape

Ci si trova ad affrontare un problema politico nuovo, ma gli strumenti adottati sono del secolo scorso. I personaggi che cercano soluzioni sono del secolo scorso. La crisi ucraina ha creato uomini nuovi. Il presidente ucraino faceva l’attore comico. Ebbene, in quello che accade non c’è né finzione né tampoco comicità. Il presidente francese è … Leggi tutta l’opinione

Il dilemma delle 3 destre

La tensione tra liberali e nazionalisti in Italia si è accentuata da quando chi si sente di destra è costretto a posizionarsi a destra e gli altri pure. Accade in Sicilia, dove questa distanza diventa anche geografica e si sovrappone a questioni antropologiche e interessi concreti. L’unificazione delle forze di destra contiene un elemento di … Leggi tutta l’opinione

Sanità, agricoltura, energia (e ipocrisia)

Sulla base del coronavirus in Sicilia si pretende l’assunzione (per sempre) dei disoccupati che hanno avuto, nella concitazione del momento, l’opportunità di eseguire tamponi. D’altra parte l’emergenza va tamponata, lo dice la parola stessa. Peccato che questo confligga con la logica della pubblica amministrazione, o la logica tout court, laddove si assume in base al … Leggi tutta l’opinione

Il bandolo della matassa

Che il passaggio, per l’Italia e per il mondo, sia meno banale di quanto si immagini è, ormai, evidente. Per cominciare, è chiaro che la giustizia cambierà e di molto. Si tratta di trovare il bandolo della matassa perduto all’indomani delle stragi degli anni Novanta. La rivoluzione delle manette e il protagonismo dei giudici eran … Leggi tutta l’opinione

Fotografando Agrigento

Una immagine immortalerebbe un latitante ad Agrigento. L’han vista tutti, apertura di un Tg nazionale. La città dei templi, uno dei luoghi dell’Occidente più vicini alla verità razionale, fu scelta una volta da Giovanni Paolo II per annunciare il giudizio di Dio. La foto sarebbe di oltre 10 anni fa. C’è un Suv guidato da … Leggi tutta l’opinione

Cercasi America disperatamente

Barack Obama aveva sostenuto che gli Stati Uniti d’America non potessero più reggere il peso del mondo con la forza militare. Anche Donald Trump ne era convinto. Ma Obama aveva mantenuto salda un’altra convinzione, nel cuore prima che nella testa: che l’America dovesse continuare a dire al mondo cosa sono la libertà e la dignità. … Leggi tutta l’opinione

A questa gente che non basta mai

L’ultimo giorno di aprile del 1993, sotto la dimora di Bettino Craxi, in un angolo di Roma coperto di foglie piovvero monetine. La folla, organizzata e appattata con le telecamere del servizio pubblico, pronunciava il crucifice sull’ultimo leader della prima repubblica, del Novecento italiano che – attraverso l’incontro tra cultura e politica – salvò lo … Leggi tutta l’opinione