L’instabile equilibrio di una capitale

Un imprenditore edile, conoscitore smaliziato di Palermo e delle sue dinamiche, spiegava anni fa senza troppi giri di parole il nodo vero della politica cittadina e l’origine delle difficoltà di amministrare la quinta città d’Italia. Intorno al Comune di Palermo, infatti, ruotano interessi. Ecco perchè sa molto d’antico la crisi in cui è avviluppata, ancora … Leggi tutta l’opinione

Agrigento, l’acqua e il coronavirus

Qualche decennio fa, ad Agrigento, una antica e importante città occidentale, si aprì la questione dell’acqua. Il prezioso liquido mancava nelle case degli agrigentini, si parlava di turni di erogazione, di autobotti, di serbatoi, perchè nessuno era in grado di garantire una decente organizzazione dei servizi pubblici. Ad Agrigento venne Papa Giovanni Paolo II e, … Leggi tutta l’opinione

Scripta volant verba manent?

L’opinione pubblica servì a mettere in sicurezza le democrazie occidentali, alcune delle quali si erano dimostrate tanto deboli da permettere la nascita di dittature. Organizzata in sistema, rese possibili la tutela e l’estensione di libertà, benessere, crescita individuale e collettiva in vaste aree del mondo. Oggi sembra mancarle non tanto lo spirito originario quanto la … Leggi tutta l’opinione

Le ferrovie del Signore

Santo Giovanni Paolo II demolì i muri e aprì la stagione della globalizzazione. Una sfida complessa che nasce da una metaparola e che qualcuno ha sintetizzato in modo esemplare: il mondo globale avrà il volto che vorremo dargli. Francesco rilancia la sfida, con un coraggio sorprendente, occupandosi del treno. “Un fondamentale mezzo di trasporto e … Leggi tutta l’opinione

La moda è arte da indossare

La moda è arte da indossare. Ed è una cosa legata profondamente all’Occidente e al pensiero occidentale. Esso, infatti, non più elaborare pensieri senza forme, senza forma. Esige la forma. È, anzi, essenzialmente, forma. La forma permette alla tradizione di conservare ciò che non cambia, mantiene intatta l’illusione che tutto sia cambiato. Io nel pensier … Leggi tutta l’opinione

Passaggio in terra di Sicilia

Gli amici tieniteli stretti, i nemici ancora più stretti, suggeriva Michael Corleone nel film-testamento del ventesimo secolo: The Godfather. Splendido e abissale, il Novecento è stato il secolo americano. Questo, invece, è il secolo cinese. Il matrimonio con il gigante dell’Asia viene celebrato in queste ore in Italia, passando attraverso la Sicilia, ovvero dal luogo … Leggi tutta l’opinione

La profezia del grande editore

Nessuno ricorda più la profezia del grande editore italiano, il quale esplicitamente dichiarò a un periodico specializzato, quando ancora tutti facevano gli schizzinosi, che occorresse aiutare la carta stampata a fare soldi. I giornalisti, spiegava quest’ uomo astuto e concreto, sanno scrivere, e allora, che diamine, siano le grandi firme a scrivere gli articoli di … Leggi tutta l’opinione

La fine di Riina, l’inizio della destra e Carl Gustav Jung

Rileggere le geniali intuizioni di Carl Gustav Jung – in un saggio di rara bellezza dedicato all’archetipo della madre – intorno al modo in cui l’amore possa essere gusto e senso estetico, virtù riconosciute alle donne insieme con quelle pedagogiche “rese perfette dalla capacità femminile d’immedesimazione” è, nello stesso tempo, bisogno e memoria. E impressiona ancora, … Leggi tutta l’opinione